Torre Arcobaleno

Condor

La Torre Arcobaleno, segno riconoscibile nel paesaggio urbano ed emotivo di Milano, simbolo della capitale della moda e del design, è tornata a risplendere grazie al restauro realizzato da Bazzea-B Construction Technology, Condor, Fila Solutions, Mapei, Marazzi, con il Patrocinio dell’Assessorato ai lavori pubblici e all’arredo urbano del Comune di Milano e ospitati dalle Ferrovie di Stato. Artefice del progetto è la Divisione Architettura dello studio milanese Original Designers 6R5 Network, in particolare con i professionisti Francesco Roggero, Albino Pozzi, Rita Alfano Roggero e Kiyoto Ishimoto. I costi dell’opera sono stati integralmente assunti dalle aziende e dagli architetti riunitisi intorno al progetto, secondo l’intento di fondo dell’operazione: un omaggio a Milano e ai visitatori che la città ospiterà in occasione di Expo 2015. La Torre nasce venticinque anni fa, in occasione dei Mondiali di Calcio che l’Italia ospitava nel 1990, quando lo stesso studio Original Designers 6R5 Network e le aziende Mapei, Marazzi e Tadini riqualificarono l’anonimo serbatoio idrico collocato nel perimetro dell’importante scalo ferroviario di Milano Porta Garibaldi, donando alla città un coloratissimo simbolo della creatività milanese. La zona Garibaldi, ridisegnata oggi intorno alla piazza Gae Aulenti, ritrova così nella Torre Arcobaleno il suo “Totem Ceramico Colorato”, a ricordare i Maestri Ceramisti italiani e le origini artigiane di un’industria riconosciuta in tutto il mondo come eccellenza del Made in Italy.

http://www.torrearcobaleno.it/