Le macchine al tempo della crisi

Da tempo era attesa, anche se forse non in queste proporzioni. E ha colpito un settore che peraltro, non va dimenticato, registra da più di un decennio risultati decisamente positivi. Saranno sufficienti per reggere la tempesta e ripartire una volta tornato il sereno?

Anche in una fase di rallentamento del mercato come quella attuale è quanto mai importante continuare ad investire in ricerca e sviluppo. A maggior ragione in un settore come il nostro in cui le prescrizioni normative, sempre più stringenti, rappresentano già di per sé una forte spinta all’evoluzione di prodotto.
Temi portanti di questa evoluzione sono, in particolare, il raggiungimento di livelli di sicurezza intrinseca sempre più elevati e una crescente semplificazione e riduzione delle tempistiche nelle operazioni di montaggio dei ponteggi. Nel nostro caso, queste linee di tendenza hanno recentemente trovato concretizzazione nel nuovo ponteggio risk free, un sistema a telaio prefabbricato che, per le sue caratteristiche costruttive, permette un allestimento veloce e privo di rischi per gli operatori.
Il montaggio, infatti, prevede il preposizionamento del parapetto di protezione dal basso, e di conseguenza può avvenire anche senza l’obbligo di indossare dispositivi di protezione anticaduta, in quanto l’impalcato risulta già protetto dai parapetti.
In più l’adozione di un sistema a tre punti di aggancio al posto dei tradizionali quattro agevola il posizionamento dei parapetti stessi, rendendone più rapido il montaggio ”.
Vittorio Militone
Direttore Commerciale CONDOR