CONDOR International

Dopo il posizionamento nella fascia alta dell'industria italiana del ponteggio, il CONDOR punta oggi all'ampliamento internazionale. E lo fa siglando una joint venture con PRAMAC, produttore mondiale di gruppi elettrogeni e sistemi per la movimentazione.

Dopo anni di espansione sul mercato domestico, il CONDOR si appresta ad allargare la propria attività anche oltre i confini nazionali. Quali sono i motivi di questa importante scelta?
"I mercati internazionali, in particolare quello europeo, sono diventati ormai il nostro naturale spazio competitivo" - spiega Nunzia Petrosino, general manager del CONDOR." Per il CONDOR, essere internazionale non è più solo una semplice opzione di sviluppo, ma un vero vincolo competitivo. I mercati europei riservano opportunità di business che la nostra organizzazione è oggi in grado di cogliere."

Come è stata gestita l'internazionalizzazione del CONDOR?
"In primo luogo creando uno specifico brand, "CONDOR International", attraverso il quale il CONDOR ha fatto il suo debutto diretto sui mercati internazionali. CONDOR International è il risultato della joint venture siglata dalla Condor, azienda capofila del CONDOR, con la Pramac, importante e consolidata multinazionale italiana produttrice di gruppi elettrogeni e di sistemi per la movimentazione, che vanta un'ampia rete di filiali in tutto il mondo. Crediamo che il know-how internazionale della Pramac abbinata alla nostra offerta diversificata siano i presupposti adatti a questo processo di internazionalizzazione."

Non temete che l'internazionalizzazione possa avere ripercussioni sostanziali sul piano organizzativo?
"Non esiste cambiamento che non generi ripercussioni più o meno rilevanti sia sul piano organizzativo che della governance. Certo, abbiamo messo in conto anche questo, ma siamo fiduciosi. Confidiamo molto nella flessibilità che, da sempre nostro tratto distintivo, cercheremo di trasformare, in questo delicato momento dì mutazione degli orizzonti del business, in un preciso e misurabile vantaggio competitivo."

La conquista del mercato mondiale avverrà con un particolare tipo di prodotto?
"In campo internazionale è nostra intenzione esportare tutto il know-how acquisito in più di vent'anni di esperienza nel settore. E' in quest'ottica che riteniamo che oggi il nostro fiore all'occhiello sia il Multicom, il sistema di ponteggio multidirezionale ampiamente utilizzato all'estero, il cui impiego trasversale ha consentito al gruppo di sondare con successo settori inesplorati, come il settore degli eventi e dello spettacolo, al quale forniamo palchi e tribune. E i risultati non si sono fatti attendere. Nel corso del 2006 all'interno del segmento del ponteggio multidirezionale il CONDOR si è distinto per aver realizzato il maggior volume d'affari."